Galleria. La soirée

Nel sogno, era finito su un palcoscenico, anche se non ricordava più come. Forse stava seguendo una ragazza che non aveva mai visto prima. Non sapeva perché la seguiva, visto che non gli piaceva, anzi non era proprio il suo tipo, era una di quelle ragazze che parlano troppo forte, ridono troppo spesso e sono troppo vestite – con troppa ricercatezza, intendeva, perché in realtà era molto discinta, ma come una che avesse passato un paio d’ore davanti allo specchio per spogliarsi al punto giusto. La ragazza si voltava spesso come per verificare di essere seguita, cosa che lo indispettiva e lo induceva ad aumentare il passo per raggiungerla: voleva semplicemente dirle che era una cretina se pensava che lui abboccasse a quel giochetto. Poi la ragazza era sparita dietro una quinta e lui si era ritrovato in scena davanti a un pubblico folto e attento. Troppo attento, e solo in quel momento si era accorto di essere completamente nudo.
Molti anni dopo quel sogno, questa sera lui sale su un palcoscenico che potrebbe essere quello del sogno. È una serata di beneficenza, probabilmente, di quelle in cui succede un po’ di tutto:  neo-diplomate che cantano “Casta diva”, arpiste disoccupate che eseguono tutte sole la Toccata e fuga in re minore di Bach, comici che imitano Proietti che imita Petrolini e attori che dicono poesie. Probabilmente anche lui è un attore, dal momento che è lì. Ne deduce che dovrebbe dire una poesia, ma in questo momento non ha la minima idea di quale. Corre nei magazzini della memoria ma trova solamente quattro versi di Ada Negri: “Sui campi e su le strade/ Silenzïosa e lieve,/ Volteggiando, la neve/ Cade.” Niente altro. Il pubblico lo fissa con curiosità crescente, alcuni con malcelata ilarità, come quella volta che era nudo. Riconosce la ragazza del sogno, è la seconda in basso a destra nella foto. Questa sera è vestita. in basso a destra nella foto. Questa sera è vestita.

Visita le altre stanze della Galleria: 

https://radiospazioteatro.wordpress.com/?s=galleria&submit=Cerca


2 pensieri su “Galleria. La soirée

  1. Pingback: Galleria. La soirée – Leggerezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...