Le figurine di Radiospazio. Sbronze ferroviarie

L’uomo si mise a sedere vicino a lei. 
 – Non toccarmi, o mi sentirò male. Era meglio se tornavo nel mio scompartimento.
L’uomo si mise la vestaglia e versò due bicchieri di whisky.
– Prendilo come medicina.
Alzarono i bicchieri. L’odore del whisky la prese alla gola e sentì che fisicamente non ce l’avrebbe fatta ad ubriacarsi.
Vieni a SanFrancisco con me e andremo insieme a Monterey e mi accorderò con Leonie per ottenere il divorzio.
– Ma io sono fidanzata, disse piuttosto fiaccamente la ragazza.
– Non lo ami. Non avresti potuto fare quello che hai fatto stanotte, se tu lo amassi.
– Ero sbronza, – disse lei monotona, a bassa voce.
– Una ragazza come te non si lascia prendere da un uomo solo perché è ubriaca.

Un pensiero su “Le figurine di Radiospazio. Sbronze ferroviarie

  1. Pingback: Le figurine di Radiospazio. Sbronze ferroviarie – Leggerezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...