Galleria. Il treno della domenica

8156292963dc37573e964fe990bbc579.jpg

Forse partire il lunedì mattina sarebbe stato più comodo, ma il treno della domenica sera esercitava su di lui l’attrazione di certi cibi che non amiamo ma che ci imponiamo periodicamente di riassaggiare perché vorremmo che ci piacessero. Era stato così anche per lo yogurt; da bambino non riusciva a sfiorarlo nemmeno con la punta della lingua, e se ne dispiaceva perché vedeva l’espressione beata degli adulti (soprattutto le donne: gli uomini di casa glissavano) mentre inghiottivano un cucchiaio dopo l’altro di quella sostanza purissima e subdolamente acida; gli pareva che proprio la natura respingente dello yogurt garantisse la superiorità di quell’alimento così lontano dalla facile seduzione del dolce di cui erano schiavi gli stupidi bambini come lui. Nel desiderio (infantile, ma che non l’avrebbe abbandonato nella vita adulta) di migliorarsi, aveva reiterato i suoi assaggi nel tempo, ma il rapporto con lo yogurt era rimasto in bilico, come una di quelle storie d’amore tormentate nelle quali la repulsione innesca il volano dell’attrazione, e così si trascinano avanti per anni, nonostante gli amici dicano: “Ma perché non lasciar perdere, piuttosto che tormentarsi in questo modo?”
Non dissimile era il suo sentimento per il treno della domenica. Seduto nel suo scompartimento, osservava lo spettacolo del distacco, e francamente gli sembrava che la drammaturgia calcasse un po’ troppo la mano. In fondo, quei mariti non andavano al fronte, rientravano semplicemente al loro lavoro in città per ricongiungersi con la famiglia il fine settimana successivo. Tutte quelle ostentazioni dei partenti e delle abbandonate erano davvero sopra le righe. Così si compiaceva di esserne esentato: nessuno lo salutava al binario e nessuno l’avrebbe atteso all’arrivo: era come aver finalmente conquistato lo yogurt, ma l’acidulo di fondo rimaneva. 

Visita le altre stanze della Galleria
https://radiospazioteatro.wordpress.com/category/galleria/

13 pensieri su “Galleria. Il treno della domenica

  1. Interessante che lo abbia letto proprio oggi che sono partita in treno, dopo aver mangiato uno yogurt (che in genere non mangio quasi mai, men che meno al mattino), un lunedì mattina solitario senza nessuno a salutarmi dal binario.

    Mi piace

  2. Pingback: Galleria. Le marionette

  3. Pingback: Galleria. La dottoressa Clancy

  4. Pingback: Galleria. Un vecchio racconto

  5. Pingback: Galleria. La baracca degli attrezzi

  6. Pingback: Galleria. Il tè – Radiospazio

  7. Pingback: Galleria. Betty – Radiospazio

  8. Pingback: Galleria. La riunione – Radiospazio

  9. Pingback: Galleria. Al bancone – Radiospazio

  10. Pingback: Galleria. Pamela e Bert |

  11. Pingback: Galleria. La metro |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...