Il video horror della Befana. I FETI CANTERINI DI SANREMO

conti con madri e feti.jpg

http://www.lastampa.it/2017/01/04/multimedia/spettacoli/festival-di-sanremo/lo-strano-spot-per-il-sanremo-con-i-feti-che-cantano-non-ho-let-CEVTpgM0ivkjp4oWs1griJ/pagina.html

Motivando la nomina di Carlo Conti a direttore artistico della radiofonia, il direttore generale della rai precisava: “Tale nomina nasce dalla necessità di riposizionare il mezzo perché le nostre radio hanno un tratto maschile-adulto”. Che il Carlo Conti, maschio adulto, abbia pensato uno spot come quello dei feti canterini che seguono a ritmo “Non ho l’età” cantata da Gigliola Cinquetti è un corto circuito abbagliante che ci sprofonda in un’oscurità fino ad ora insospettabile. Lo spot inizia in una sala d’aspetto (non ancora sala parto) nella quale sono radunate svariate signore incinte. Trilla un telefono. La caposala, inquadrata di spalle, alza la cornetta. (Chi è all’altro capo del filo? L’Altissimo? Carlo Conti in persona? Sanremo?). Comunque è un segnale. Si parte. Qualche battito del cuore avverte che stiamo addentrandoci nella Profondità. Una signora percuote delicatamente il suo pancione come un bongo. Parte la canzone, e siamo in un onirico studio di registrazione annegato nel liquido amniotico. I feti, fra i quali un africano dentro una madre dai lunghi ricci, cantano e si muovono sinuosamente. L’irrealtà si diffonde sottobraccio alla Patologia, finché non ci riscuote il vocione del Responsabile: “TUTTI cantano Sanremo”. Non si sa come, la Maiesiophilia (l’attrazione verso tutte le donne incinte) si è arrampicata fino al settimo piano di Viale Mazzini, forse è il fallout delle campagne ministeriali sulla procreazione di qualche mese fa. O, ancora, è un problema personale di Carlo Conti. In questo caso andrebbe curato subito: il 7 febbraio inizia Sanremo e nessuno può immaginare le nuove iniziative di un maschio adulto afflitto da due patologie che possono dar vita a combinazioni devastanti: la Maiesiophilia e la Goliardia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...