Quando i filosofi raccontano storielle. SLAVOJ ŽIŽEK, PER DECENNI FRA I LACANIANI…

galline nuove.jpg

 

Per decenni fra i lacaniani è circolata una barzellette per esemplificare il ruolo chiave del sapere dell’Altro: un uomo che si crede un chicco di grano viene portato in manicomio, dove i dottori fanno del loro meglio per convincerlo che non è un chicco di grano ma un uomo; tuttavia, quando viene curato (e convinto che non p un chicco di grano ma un uomo) e dimesso, subito torna indietro, tremante e molto spaventato – c’è un pollo fuori dalla porta ed egli ha paura di essere mangiato. «Mio caro amico», dice il dottore, «tu sai perfettamente di non essere un chicco di grano bensì un uomo». «Certo», replica il paziente, «ma il pollo lo sa?».
Questa è la vera posta in gioco del trattamento psicoanalitico: non è sufficiente convincere il paziente della verità inconscia dei suoi sintomi: l’inconscio stesso deve essere indotto ad accettare questa verità. Non vale forse lo stesso per il feticismo della merce marxiano? Possiamo immaginare un individuo borghese che fa un corso di marxismo dove gli viene insegnato il feticismo della merce; dopo il corso, però torna dal suo insegnante, lamentandosi i essere ancora vittima del feticismo della merce. L’insegnante gli risponde: «Ma ora sai come stanno le ose, che le merci sono solo espressioni di relazioni sociali, che non c’è niente di magico in esse!», e l’allievo: «Certo che lo so, ma le merci con cui ho a che fare non sembrano saperlo!» È a questo che Lacan mirava quando affermava che la vera formula del materialismo non è «Dio non esiste», ma «Dio è inconscio».

Slavoj Žižek, 107 storielle di Žižek, Ponte alle Grazie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...