“AFTER SHAKESPEARE”. Ultimo atto. DONATELLA MUSSO, LADY M- 15 > 16 aprile, Teatro Astra

Schermata 2016-04-04 alle 18.51.14

Kate Fleetwood, Patrick Stewart

Sulla riscrittura shakespeariana di Donatella Musso avremo modo di tornare. A due giorni dalla prima di Lady M, un breve frammento dell’originale. Atto I, Scena V: Lady Macbeth riceve una lettera dal consorte che le rivela la profezia che gli hanno fatto le tre streghe: “Un giorno sarai re”. Il messaggio scritto disegna immediatamente il piano per giungere al potere e, al tempo stesso, il ruolo che Lady Macbeth giocherà nella tragedia.
(Riportiamo la traduzione di Goffredo Raponi per seguire meglio l’interpretazione di Kate Fleetwood).

https://www.youtube.com/watch?v=RM8QQuz5BP4

LADY MACBETH – (Legge)
“Mi si son fatte incontro
“il giorno stesso della mia vittoria,
“ed ho appreso, da fonte assai credibile, ”
ch’hanno in sé facoltà di conoscenza
“al dilà dell’umano.
“Ma allor che più mi sentivo bruciare ”
dalla voglia d’interrogarle ancora,
“si mutarono in aria, dissolvendosi.
“Ero ancora stordito, sbigottito
“dallo stupore per un tal prodigio,
“quando giungon dal re dei messageri
“che mi salutano Thane di Cawdor:
“con quello stesso titolo, poc’anzi,
“m’ero pure sentito salutare
“da quelle tre fatidiche sorelle,
“che, alludendo al futuro, aveano aggiunto:
“Salute al re che tu diventerai!”
“Di tutto ciò ho creduto di informarti,
“mia diletta compagna di grandezza, ”
affinchè tu non sia per restar priva
“della parte di gioia che ti spetta,
“restando ignara dell’augusta sorte
“che t’è stata promessa.
“Serba, per ora, questo nel tuo cuore,
“e stammi bene. Addio.”
Glamis sei ora, e Cawdor: sarai presto
tutto quello che t’è stato promesso.
Ma non mi fido della tua natura:
troppo latte d’umana tenerezza
ci scorre, perché tu sappia seguire
la via più breve. Brama d’esser grande
tu l’hai e l’ambizione non ti manca;
ma ti manca purtroppo la perfidia
che a quella si dovrebbe accompagnare.
Quello che brami tanto ardentemente
tu vorresti ottenerlo santamente:
non sei disposto a giocare di falso,
eppur vorresti vincere col torto.
Vorresti, insomma, avere, grande Glamis,
chi fosse lì a gridarti:
“Devi fare così, per ottenerlo!”;
quando ciò che vorresti fosse fatto
hai più paura tu stesso di farlo
che desiderio che non venga fatto.
Ma affrettati a tornare,
ch’io possa riversarti nelle orecchie
i demoni che ho dentro,
e con l’intrepidezza della lingua
ogni intralcio tra te e quel cerchio d’oro
onde il destino e un sovrumano aiuto
ti voglion, come sembra, incoronato.

Entra un Messo
Ebbene, che notizie?

MESSO
Il re stasera sarà qui, signora.
LADY MACBETH
Che dici, sei impazzito? Non sta forse con lui il tuo padrone? M’avrebbe certamente già avvertita,
per preparare.

MESSO
È così, se vi piaccia.
Il nostro Thane sta venendo qui.
Un mio compagno, spedito d’urgenza innanzi a lui, è qui arrivato per ora, quasi sfinito per la grande corsa,
e con appena il fiato sufficiente
a dar l’annuncio.

LADY MACBETH – Dategli ristoro.
Ci ha recato una splendida notizia.
(Esce il messo)
Anche il corvo, con la sua voce rauca,
gracchia il fatale ingresso di Duncano
sotto i miei spalti… O spiriti
che v’associate ai pensieri di morte,
venite, snaturate in me il mio sesso,
e colmatemi fino a traboccare,
dalla più disumana crudeltà.
Fatemi denso il sangue;
sbarratemi ogni acesso alla pietà,
e che nessuna visita
di contriti e pietosi sentimenti
venga a scrollare il mio pietoso intento
e a frapporre un sol attimo di tregua
tra esso e l’atto che dovrà eseguirlo.
Accostatevi ai miei seni di donna,
datemi fiele al posto del mio latte,
voi che siete ministri d’assassinio,
e che, invisibili nella sostanza,
siete al servizio delle malefatte
degli uomini, dovunque consumate.
Vieni, o notte profonda, e fatti un manto
del più tetro vapore dell’inferno,
così che l’affilato mio coltello
non veda la ferita che produce,
e non si sporga il cielo
dalla coltre della notturna tenebra
a gridare al mio braccio:”Ferma! Ferma!”

Entra MACBETH

O grande Glamis! O nobile Cawdor!

Schermata 2016-04-13 alle 10.11.05

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...