Quella tristezza lunga un tubo. IRINA NAKHOVA. BIENNALE VENEZIA 2015

Article Lead - wide995993448gh2mh2image.related.articleLeadwide.729x410.ggzlgo.png1431695250671.jpg-620x349

Irina Nakhova, Senza titolo

L‘ho scoperta in rete, per caso, e in rete ho raccolto scarse informazioni sul suo lavoro. Irina Nakhova è un’artista concettuale, vive a Mosca, tiene corsi a Detroit, espone negli Uniti e in Europa. Devo dire che le altre sue opere  mi hanno interessato meno di questa donna (esposta alla Biennale di Venezia del 2015) che se ne sta in una stanzetta disadorna come un ripostiglio delle scope. E’ troppo mesta per essere un pilota o un’astronauta; il tubo, che finisce nel nulla fa pensare a una finzione cui la donna si sottomette per dovere. Un tubo dovrebbe condurre a una bombola di ossigeno, questo, invece si perde nella stanzetta, come abbandonato; è solo il simulacro di una salvazione impossibile, beffarda. Anche la donna  lo sa, lo si capisce dai suoi occhi tristi. Forse non morirà tra breve ma la sua sarà una vita di lenta e noiosa asfissia. 

Annunci

3 thoughts on “Quella tristezza lunga un tubo. IRINA NAKHOVA. BIENNALE VENEZIA 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...