Nel giardino di facebook. Il ragazzo morto e le mutande della Pausini

 

 

image

In un tempo molto lontano, prima di internet, gli accostamenti fortuiti e bizzarri che il Caso offriva a chi passeggiava per le vie della città erano tanto innocenti che i begli spiriti (si chiamavano così quei personaggi solitamente un po’ noiosi che s’incaricavano, chissà perché, di divertire amici e conoscenti) li collezionavano per riproporli, la sera, quando erano in combriccola. Le targhette dei campanelli erano una ricca sorgente di abbinamenti buffi : “Dottor Panza, ostetrico”, “Avvocato Cinquemani”; “Avvocato Bugiardini” e, sulla porta di fronte, allo stesso pianerottolo, “Avvocato Della Veritò… Bastava che il cacciatore di bizzarrie tenesse gli occhi aperti e, passo dopo passo, i nomi gli apparivano ad altezza d’occhio, uno dopo l’altro, come le facce dei calciatori schierati al centro del campo durante l’esecuzione degli inni nazionali. Trasposto a livello planetario, il gioco degli accostamenti genera orrendi mostri, come nel post che ho trovato su facebook, riguardante l’orribile morte di un ragazzo. Il tono che l’articolista si sforza di mantenere è quello della compunzione ma il pezzo è incorniciato da un link che recita “Pausini, senza mutande”. L’enunciato è ambiguo per via di quella virgola dalle intenzioni non troppo chiare che lascia aperte svariate intrerpretazioni: “Lei mi parla della Pausini…? Ma per caritò, è senza mutande”. Oppure imperativo, come un ordine militaresco: “Pausini Laura, si levi subito le mutande!”  O ancora, come un’accorata deplorazione: “Sempre lei, Pausini… ancora senza mutande…”  Secondo me, il punto non è costituito dalle mutande della Pausini ma dalle mutande della rete che se le mette e se le toglie in continuazione, articolo dopo articolo, a seconda dei casi: in questo vortice di biancheria, di togli e metti senza paraventi, è inevitabile che qualche mutanda rimanga appesa là dove non dovrebbe. O forse non si tratta di una svista?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...