Le voci del racconto

eravamo lì al caffèIn margine ai lavori di Occhi di tonno. 29 aprile, teatro Astra

 

… Eravamo lì, più o meno i soliti, a dire le solite cose.

A un certo punto si è alzato uno che ha incominciato a raccontare – non sto a dirti che cosa, non mi va di fare un racconto del racconto.

Fin qui, niente di strano, tutti raccontano, anzi di solito si raccontano, anche se le loro vite non sono avvincenti come quella di Moll Flanders e la tessitura del loro discorso non è quella di Céline. Ma li ascoltiamo, ci mancherebbe, e con profonda partecipazione perché, accidenti, siamo tutti in questa valle, e perché, a nostra volta, quando solleviamo le paratie e consentiamo all’umano che è in noi di fuoruscire provochiamo negli altri inondazioni piuttosto fastidiose. Si fa dunque un po’ a turno.

Tornando a quel tipo, ci apparve subito che il suo racconto era diverso, fra una piega e l’altra della narrazione si avvicendavano, sempre più numerose, delle voci; non erano vocette contraffatte come quelle dei cabarettisti ma personaggi che, pur senza un’identità definita, erano riconoscibili da noi che ascoltavamo, come quando, su un autobus o in fila alle poste, qualcuno alle nostre spalle pronuncia una frase che ci dice molto di lui, del suo lavoro, dei suoi amici, del suo rapporto con la moglie: ogni voce che emergeva dal mare della narrazione (ed erano davvero molte) tratteggiava schizzi veloci, facendo balenare un naso, un dito alzato, un cipiglio o anche un semplice gesto che subito svanivano per lasciar posto a un’altra fantasmatica entità.

Quando il tipo ebbe finito, ci rendemmo conto che era un attore e che eravamo scivolati dentro uno spettacolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...