Cavalli e spade

Cavalli e spade

Un famoso drammaturgo rifletteva sul fatto, che in certi grandi allestimenti poteva essere allettante portare in scena un cavallo ma, avvertiva, bisognava mettere in conto l’inevitabile distrazione del pubblico. Non tanto per l’effetto generato dall’ingresso dell’animale quanto a causa di una domanda che tormentava, più o meno consapevolmente, ogni spettatore: “Quando la farà?”. I cavalli la fanno, e certamente i riflettori non li inibiscono ma al contrario li stimolano, con lo stesso effetto che le risatine della platea hanno su certi attori che, dopo essersi trattenuti durante le prove, mollano gli ormeggi di fronte al pubblico. Il problema è il quando il cavallo defecherà: non esiste nessuna situazione scenica che possa eludere questa domanda: il regista che lo sottovalutasse andrebbe incontro a crudeli delusioni.

Pensavo ai cavalli in scena durante le prove de “Il ritorno di Casanova” che ho tratto dal romanzo di Schnitzler. La mia riscrittura è stata drastica e scarsamente rispettosa ma non ho potuto eludere il duello tra Casanova e il sottotenente Lorenzi, suo rivale. Un duello in scena è uno di quegli appuntamenti che ogni regista dotato di un minimo senso del ridicolo vorrebbe evitare – infatti l’ho risolto con una soluzione drammaturgica elementare (per ora preferisco non rivelarla) paragonabile a quella dello scolaro che marina la scuola il giorno del compito in classe. Ma rimanevano le spade. Mi pareva che, evitando di mettere in scena lo scontro fisico, il balenio delle lame, le parate e gli affondi, dovessi risarcire l’autore e la trama del romanzo facendo almeno comparire i due rivali con la spada al fianco. E a questo punto mi è tornato in mente il cavallo: le spade sono sicuramente meno impegnative dell’incontinente animale ma rappresentano sempre un diversivo che è meglio evitare. Tuttavia il duello si realizzerà, nell’illusione scenica. Come? Lo sapremo solo qualche giorno prima del 15 febbraio.

A. G.

RadioSpazio Teatro è anche su Facebook https://www.facebook.com/pages/RadioSpazio-Creativo/39771288513

Altrimenti scrivete a radiospazio.teatro@gmail.com

Vi aspettiamo il 15 febbraio per “Il ritorno di Casanova“,cropped-cropped-nuovo-marchio-5-gennaio1.png

SALA PROVE TEATRO ASTRA, Via Rosolino Pilo 6.

Due spettacoli ore 19 e 21.30

Come raggiungerci: mezzi pubblici 2 – 13 – 65 – 65/ – metro Racconigi

è consigliata la prenotazione: Infopiemonte (p.zza Castello 165), Teatro Astra 0115634352

On-line: http://www.fondazionetpe.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...